Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Odorico Politi

Politi Odorico

Udine 1785 / Venezia 1846

Painter, Decorator
Biografia

da A.M. Comanducci

Nato a Udine il 27 gennaio 1785, morto a Venezia il 18 ottobre 1846. Studiò lettere e filosofia nel seminario di Udine e in quella città venne pure iniziato allo studio del disegno dall'abate Giovanni Battista Tosolini; poi fu all'Accademia Veneta, prima allievo di Pietro Tantini, poi di Teodoro Matteini. Nel 1808 si recò a studiare a Roma, e frutto di tale periodo fu il quadro "Andromaca e Pirro". Nel 1817 ottenne il premio a Milano con "La lucerna di Anassagora" (ora nella Pinacoteca di Brera a Milano) e nel 1818 con "Un'amazzone". Delle sue opere si ricordano ancora: "Elena giocata ai dadi fra Teseo e Piritoo", esposta a Milano nel 1831; "Carità di San Martino", eseguita a Venezia nel 1832 e destinata alla chiesa di Bertiolo; "Venditore di cape", eseguita a Venezia nel 1836; "Gloria di Sant'Antonio", esposta a Venezia nel 1842 e che trovasi nella chiesa di Sant'Antonio Nuovo a Trieste; "San Paterniano", "San Luigi Gonzaga", "San Pietro", "San Vincenzo" ed "altri Santi", pala d'altare nella chiesa di San Luca a Venezia; tre "Madonne addolorate", a Venezia: una nella chiesa di San Felice, l'altra in quella di San Canziano, la terza già in Santa Giustina; "Santa Filomena", nella chiesa di Santo Stefano a Rovigo; "L'Assunta", nella chiesa di San Cristoforo a Udine; "San Giovanni predica alle turbe nel deserto", eseguita per Pavia di Udine; "Vergine col Bambino", dipinta per la sua cappella privata e poi replicata per la chiesa del Castello di Udine; "Maria di Magdala". Nelle sue opere vi è forte modellazione, colore caldo e intonato; le velature dorate rivelano lo studio degli antichi e specialmente del Tiziano, del quale questo artista si sforza di rendere la luminosità pacata e la trasparenza profonda. Di lui abbiamo pure numerosi ritratti di grande vigoria e rassomiglianza, nei quali rende il carattere con una certa accentuazione quasi caricaturale. Si ricordano: il "Ritratto di Melchiorre Cesarotti", nel Museo di Padova; il "Ritratto della contessa Silvia Prampero nata Collaredo di Udine con la nipotina"; del "pittore Giuseppe Borsato"; della "Moglie" e del "Figlio di Giuseppe Borsato" nel Museo Civico di Venezia; "Autoritratto"; "Antonio Canova"; il "conte Bartolini"; "Modella del pittore": tutti nel Museo Civico di Udine ove si trovano anche diversi studi e bozzetti. Il Politi eseguì alcuni dipinti a fresco che si ammirano a Udine nel palazzo Politi e in quello dei conti Antonini; a Venezia, nel Palazzo Reale. Dopo il suo soggiorno a Roma, si recò per breve tempo in patria, per stabilirsi poi a Venezia, dove successe a Teodoro Matteini come maestro all'Accademia Veneta nel 1831, e rimase fino alla morte.


Works of Odorico Politi



 

would you like to sell a work of Odorico Politi?

 

would you like to buy a work of Odorico Politi?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3
Select image n.4
Select image n.5