Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Francesco Podesti

Podesti Francesco

Ancona 1800 / Roma 1895

Painter, Decorator
Biografia

da A.M. Comanducci

Nato ad Ancona il 21 marzo 1800, morto a Roma il 10 febbraio 1895. Allievo del canonico Rambelli, di Vincenzo Camuccinie di Gaspare Landi all'Accademia di San Luca. Non ancora ventenne vinse il premio Canova e potè compiere il viaggio d'Italia. Dipinse ad olio e a fresco gran numero di opere, seguendo i precetti accademici e dichiarandosi nemico dei «puristi»; ma il sentimento che vivifica i suoi lavori contraddice a questa ostilità preconcetta. Lasciò non meno di seicento opere, fra composizioni e ritratti. Si citano le principali: "Giudizio di Salomone" e "Enrico Il re di Francia ferito a morte congiunge in matrimonio la sorella Margherita con Emanuele Filiberto" (conservata nel Palazzo Reale di Torino), eseguite per commissione della Casa di Sardegna; "Tasso che legge la «Gerusalemme» alla corte di Ferrara", opera acquistata dal principe Alessandro Torlonia, e ora conservata nella Pinacoteca Tosio a Brescia; "Raffaello che nel proprio studio dipinge la Madonna di San Luca", esposta con successo a Brera; "L'assedio di Ancona" premiata con medaglia d'oro a Londra e a Parigi e conservata nella Pinacoteca di Ancona che porta il suo nome; "Scena del «Decamerone»"; "Ratto di Proserpina" e "Ratto di Europa", per commissione del marchese Ala Ponzoni; "I Santi Faustino e Giovita", per la Cattedrale di Chiari; "L'angelo di giustizia", per l'Accademia del Messico; "Scena della vita di Pio Il", pel duca Scotti di Milano; "Benvenuto Cellini visitato nella sua officina da Francesco I con la Regina e il seguito", per il principe di Sant'Antimo di Napoli; "Davide che suona l'arpa", per il conte di Castelbarco; "Il beato Geronimo", per la Compagnia di Gesù; "Martirio di San Sebastiano", per una chiesa di Porto Maurizio; "Un Crocifisso tra due angeli piangenti", per una chiesa di Boston; "L'Angelo nella casa di Tobia"; "Ruth"; "Giobbe"; "Riconciliazione di Esau" e "Giacobbe", commesse da un signore di Fano; "Giotto e Dante"; "I briganti di Sonnino"; "Martirio di Santa Dorotea"; "Loth e le figlie fuggenti da Sodoma"; "La toletta di Venere"; "Il giudizio di Paride"; "Stamura"; "L'Immacolata", per il principe di Galizia; "Ludovico il Moro" conservata nel Palazzo Reale di Napoli; "Eteocle e Polinice", proprietà del cav. Giuseppe Tornaghi di Monza. Suoi affreschi si ammirano nella chiesa del SS. Sacramento in Ancona, nel palazzo Busca Serbelloni di Milano ("Psiche" e "Danza delle ore"); nella Basilica di Ostia; nella chiesa di San Paolo fuori le Mura ("San Paolo visitato da Anania"); in una sala in Vaticano ("Il Dogma della Concezione"); nel Casinodella Villa Torlonia fuori Porta Pia (Roma), e si ammiravano nell'ora demolito palazzo Torlonia. La Galleria d'Arte Moderna di Roma possiede vari suoi cartoni unitamente alla tela "Il trionfo di Venere"; e il Museo Revoltella di Trieste, "Testa araba". Al Podesti furono conferite varie onorifiche cariche. Nel 1928, a Venezia, in occasione della Mostra della Pittura Italiana dell'800, fu esposto il suo dipinto "Ritratto di Scipione Vannutelli bambino", proprietà della signora Giorgia Clementi Vannutelli.


Works of Francesco Podesti



 

would you like to sell a work of Francesco Podesti?

 

would you like to buy a work of Francesco Podesti?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3