Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Antonino Leto

Leto Antonino

Monreale - Palermo 1844 / Capri - Napoli 1913

Pittore
Biografia

Si formò nella sua città natale sotto la guida di Luigi Barba e di Luigi Lojacono.
Espose alla Promotrice di Palermo, nel 1870 il Ritorno dal pascolo, nel 1871 presentò alla Esposizione Regionale di Siracusa La bufera che gli valse la medaglia d'oro, nello stesso anno un suo paesaggio Fiume Anapo fu acquistato dal Municipio di Monreale.
Nel 1875 dopo aver vinto il pensionato per Roma presentando La raccolta degli ulivi si stabili in quella città e successivamente dal 1876 al 1879 visse a Firenze.
Si recò a Parigi, nel 1879 ove lavorò per il mercante Goupil, e subì l'influenza degli impressionisti, nel 1880 è a Palermo ove esegue la decorazione del salone della villa del Senatore Florio ed un dipinto dal titolo La mattanza il cui bozzetto è custodito presso il Museo di Capodimonte a Napoli.
Dal 1873 partecipa alle esposizioni della Promotrice napoletana e anche a parecchie esposizioni nazionali ed estere.
Nel 1882 si stabilì definitivamente a Capri dove dipinge per lo più marine e paesaggi dell'isola.
 
La Pinacoteca Corrado Giaquinto di Bari conserva il suo dipinto Pescatore sullo scoglioe la Galleria d'Arte Moderna Ricci Oddi di Piacenza conserva i suoi dipinti Veduta di Capri dal giardino dell'Hotel Pagano, I faraglioni  a Capri, Marina a Lacco Ameno e I funari di Torre Annunziata..




da A. M. Comanducci
Nato a Monreale il 14 giugno 1844, morto a Capri il 31 marzo 1913.
Studiò a Palermo, e uno dei suoi primi lavori, "Il ritorno dal pascolo", esposto nel 1870 alla Promotrice di quella città, fu acquistato dal prefetto generale Medici.
L'anno seguente, a Siracusa, "La bufera" gli procurò il premio più ambitò la medaglia d'oro, e l'acquisto di "Fiume Anapo" da parte del Municipio di Monreale.
Prese parte, nel 1875, al concorso per il pensionato di Roma, e ne riuscì vittorioso con "La raccolta delle olive", attualmente nella Galleria d'Arte Moderna di Palermo.
Visse per qualche anno a Firenze, poi si trasferì a Napoli e si stabilì a Portici, con Giuseppe De Nittis e Federico Rossano.
In occasione dell'Esposizione Universale del 1889, si recò a Parigi.
Poi tornò in Italia e fissò definitivamente la sua dimora a Capri, e ivi lavorò con fede e passione, noncurante della sempre malferma salute.
I suoi quadri di marine, di scogli, di pescatori furono per la maggior parte acquistati da ricchi collezionisti stranieri.
Sono dipinti che «aprono l'animo alla gioia della vita».
A Roma, Nizza, Torino, Londra, Monaco, Venezia egli ottenne i più lusinghieri successi.
Nel 1914 all'Internazionale Veneziana venne tenuta una mostra retrospettiva nella quale furono comprese ventotto sue opere.
Notevoli: "Studio"; "Capri"; "Piazza della Signoria di Firenze", proprietà del comm. Spranger; "Studio di signora"; "Scogli e mare"; "Macchiette"; "Piccola Marina"; "Testa di donna", appartenente al pittore Michele Federico; "Cava dei Tirreni"; "Arco della Sirena", appartenente al signor Riccardo Fainardli; "Studio", proprietà del signor Ceraulo; "Contadina nel bosco"; "Casa di Portici"; "Grotta azzurra", della Galleria d'Arte Moderna di Palermo; "Il richiamo"; "Colpo di mare", proprietà del signor Nino Sofia; "Paese grigio"; "Studio", che appartiene al rag. Paolo Cocci; "Terrazza sul mare"; "Paesaggio", proprietà del signor Giuseppe Faraci, appartenente al signor Ferruccio Pierrotta; "Bougeval", proprietà del signor Giovanni Dotto; "Scampagnata nel bosco"; "Armonie in verde"; "Lacameno", appartenente al signor Francesco Leto; "Posillipo"; "Capri", del barone Deo Morra.
Si rammentano ancora: "Un ventaglio" (tempera); "Le zucche" (acquarello); "Impressione presso Ischia"; "I fanari di Torre del Greco"; "Marina da Portici"; "Centenario d'Ischia"; "Nel bosco di Portici"; "Nel frutteto"; "Ve ne darò"; "Pescatore napoletano" (pastello); "Pesca del tonno in Sicilia"; "Palme dell'Hotel Pagano a Capri".



Luigi Barba (bio)
Giuseppe De Nittis (bio)
Michele Federico (bio)
Luigi Lojacono (bio)
Federico Rossano (bio)


Opere dell'autore Antonino Leto



 

Vuoi vendere un'opera di Antonino Leto?

 

Vuoi comprare un'opera di Antonino Leto?

 

utilizza l'apposito modulo di contatto qui sotto


Puoi caricare delle immagini da allegare al messaggio:

Seleziona immagine n.1
Seleziona immagine n.2
Seleziona immagine n.3