Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Federico Rossano

Rossano Federico

Napoli 1835 / Napoli 1912

Painter
Biografia

da A. M. Comanducci ediz 1962
Nato a Napoli il 31 agosto 1835, morto nella stessa città il 15 maggio 1912. Dopo aver frequentato per qualche tempo l'Accademia di Napoli discepolo di Giacinto Gigante e Gennaro Ruo, l'abbandonò per studiare il vero. Fu a Parigi per qualche anno e subì l'influenza di quella Scuola. Si distinse per la delicatezza e la dolcezza di colorazione delle sue impressioni dal vero. Artista instancabile, produsse una quantità di quadri di genere e di paesaggi, che apparvero frequentemente alle Esposizioni. Alla Promotrice «Salvator Rosa» del 1863 presentò il suo primo dipinto, "Campo di grano", che piacque e fu acquistato da Vittorio Emanuele II; poi l'artista vi espose ininterrottamente fino al 1911; nel 1864, "Marina"; nel 1866, "Dintorni della Lombardia"; nel 1869, "Dopo il cattivo tempo"; nel 1871, "Dintorni di Ischia"; nel 1873, "Bosco di Portici"; nel 1874: "Marina di Ischia"; "Tramonto" e "Bosco"; nel 1875: "Dopo la pioggia"; "Dintorni di Bougival"; "Bosco di Portici" e "Dintorni del Vesuvio", acquistato da re Vittorio Emanuele II, nel 1894, "Effetto di neve"; nel 1896, "Paesaggio"; nel 1897, "Dintorni di Aversa"; nel 1904, "Paesaggio" e "Bosco di Morte Fointaine"; nel 1911, "Dopo l'inganno", appartenente alla Provincia di Napoli. Alle varie esposizioni tenutesi in Italia ed all'estero apparvero: nel 1873 a Vienna, "Festa nei dintorni di Napoli", premiato; a Parigi, nel 1876, "I platani a Napoli in autunno" e "Le prime gemme"; poi, sempre a Parigi, nel 1877, "La primavera"; nel 1878, "La strada di Castellammare"; "Inondazione della Senna"; "I falciatori" e "Dintorni di Montretout"; nel 1879 "Vallata di Auvers"; nel 1884, "Un angolo nel bosco di Bruy"; nel 1886, "Bosco di Merielie" ed "Effetto di neve a Bosco di Venicelle" (pastello), e nello stesso anno a Londra, "Le rive dell'Aisne"; ancora a Parigi, nel 1889, cinque lavori: "Rive dell'Oise"; "Dintorni di Soissons"; "Inverno" (pastello); "Dintorni di Napoli" ed "Effetto di neve"; a Roma nel 1895-1896, "Le betulle"; a Firenze, nel 1896-1897, "Marina", a Torino, alla Quadriennale del 1898, "I fieni", alle Biennali Veneziane: nel 1899: "Dintorni di Auvers"; "Raccolta del fieno" e "Campagna del Vesuvio"; nel 1901, "Paesaggio"; nel 1903, "Novembre sulle rive dell'Oise"; nel 1905, "Sui colli" e "Cielo e mare"; nel 1910, "Tramonto a Licola", che poi fu riesposto a Roma, l'anno seguente, alla Mostra internazionale tenutasi in occasione del Cinquantenario ed ora appartiene al barone Chiarandà. Si citano ancora i suoi lavori: "Cacciatore"; "Baia di Napoli al tramonto"; "La messe"; "Crepuscolo"; "La raccolta delle frutta"; "Le rive della Senna", conservato nella Galleria d'Arte Moderna di Roma; "Paesaggio nei pressi di Villeneuve".

Bibliografia

A.M. Comanducci - Pittori italiani dell'Ottocento - Milano 1934
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni - II ediz. Milano 1945
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962

A. Cecioni - Scritti e ricordi - Firenze 1905

E. Giannelli - Artisti napoletani viventi - 1916

Benezit - Dictionnaire des peintres - 1913

E. Cecchi - Pittura italiana dell'800 - Roma 1926

Somarè - Storia della pittura italiana dell'800 - Milano 1928

Thieme Becker  - Kunstlerlex - 1935

Il Mattino - Napoli 1927

Natura ed Arte - 1893/94

Enciclopedia Italiana Treccani - 1936

A De Gubernatis - Dizionario artisti italiani viventi

Galletti e Camesasca - Enciclopedia della pittura italiana

 


Works of Federico Rossano



 

would you like to sell a work of Federico Rossano?

 

would you like to buy a work of Federico Rossano?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3