Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Luigi Scorrano

Scorrano Luigi

Lecce 1849 / Urbino 1924

Painter
Biografia

da A.M. Comanducci

Nato a Lecce il 28 giugno 1849, morto ad Urbino il 15 giugno 1924. Di modesta condizione, si recò giovinetto a Napoli e studiò sotto la guida di Giuseppe Mancinelli e di Domenico Morelli, a quell'Istituto di Belle Arti. Durante i corsi vinse parecchi premi, e si cattivò la benevolenza del Morelli, il quale poi da lui si fece sostituire nel 1899-1900, durante due anni di assenza per malattia, nell'insegnamento della pittura. Si dedicò soprattutto alla pittura di genere ed al quadro sacro, e opere sue apparvero alla Promotrice «Salvator Rosa» di Napoli, e a Venezia, Roma, Milano, Livorno, Genova, Ferrara. Si citano: "Testina"; "Dorme" e "Un battesimo a Cassino", queste due acquistate dalla Provincia di Napoli; "Contadine"; "I regali della vita"; "Malato"; "Ritratto del professor Stefano Jannuzzi"; "Una Rebecca della Campania", acquistata dal Ministero della Pubblica Istruzione; "L'ambasciata di matrimonio", in costume campano, acquistata dal Ministero di Grazia e Giustizia; "Gioie intime"; "Canto d'amore"; "Tristi reminiscenze"; "Ritratto dello scultore Tommaso Solari", conservata nell'Istituto di Belle Arti napoletano. Tra la sua produzione sacra si menzionano i dipinti in Napoli: "Apparizione di San Paolo a Sant'Antonio Zaccaria"; "Beato Bianchi" e "Sant'Alessandro Saulle", nella chiesa di Caravaggio; "San Luigi Gonzaga", a San Domenico Sariano; "Madonna delle Grazie", a Santa Lucia; "Beati Martiri di Otranto", a Santa Caterina a Formiello; "Sant'Alfonso" e "Consacrazione di Sant'Asprino", nella chiesa di Sant'Alfonso all'Arenaccia; e: "La Vergine col Bambino"; "Sacra Famiglia"; "San Biagio"; "San Luigi"; "San Paolo"; "San Giuseppe"; "Sant'Andrea" e "L'Assunta" (affresco): tutte nella chiesa di Palma Campania: otto "Miracoli di San Vincenzo Ferreri" e "Gloria di San Matteo", nella chiesa omonima di Castellammare di Stabia; "San Gaetano", a Matera; "San Tommaso", ad Altamura; "Le anime del Purgatorio"; "Il martirio di Sant'Oronzo"; "La Maddalena"; "L'Addolorata"; "San Giuseppe"; "San Pasquale"; "Sant'Anselmo"; "San Bonaventura"; "Apparizione del Cuore di Gesù"; "L'lmmacolata"; "Sant'Antonio da Padova" e "I Santi Medici Cosimo e Damiano", in Lecce. Lo Scorrano insegnò pittura nell'Istituto di Belle Arti di Urbino, del quale fu anche direttore.


Works of Luigi Scorrano



 

would you like to sell a work of Luigi Scorrano?

 

would you like to buy a work of Luigi Scorrano?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3