Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Pompeo Mariani

Mariani Pompeo

Monza 1857 / Bordighera - Imperia 1927

Pittore, Caricaturista
Biografia

da A. M. Comanducci
Nato a Monza il 9 settembre 1857. Morto nella sua villa a Bordighera il 25 gennaio 1927.
Era figlio di una sorella di Mosè Bianchi.
Suo padre lo aveva impiegato in una banca, che egli abbandonò presto per dedicarsi intieramente alla pittura.
Studiò con Eleuterio Pagliano, insieme ad Uberto Dell'Orto e Gioacchino Banfi, poi con suo zio Mosè.
Nel 1881 con Dell'Orto e Sallustio Fornara andò in Egitto, e al ritorno si iniziò rapida la sua fortunata ascesa artistica, ottenendo successi sopra successi.
Emerito marinista e riproduttore delle scene fastose del "Casino di Montecarlo", dedicò anche una parte della sua fervida attività artistica al monotipo.
Nel 1883, dopo avere esordito due anni prima a Torino, si presentò brillantemente ad una mostra internazionale a Nizza con una serie di scene e di figure egiziane che gli fruttarono la prima medaglia, e la grande soddisfazione d'apprendere che una sua opera era stata acquistata dal presidente della giuria in persona: il famoso pittore francese Felix Ziem, le cui opere, in quel tempo, suscitavano un vero fanatismo in tutta Europa.
L'anno seguente, a Milano, alla sua tela "Saluto del sol morente" (acquistata dal conte Edoardo Amman) venne assegnato il premio Principe Umberto; nel 1885, a Parigi, con "Bozzetti orientali" e "Marine", conseguì una medaglia d'oro; nel 1888, a Monaco di Baviera ebbe un'altra medaglia per "Sorge la luna", e "Vaporino rimorchiatore" venne acquistato dal Ministero dell'Istruzione Pubblica per la Galleria d'Arte Moderna di Roma, dove attualmente è conservato con l'altra tela "Sala dei passi perduti a Montecitorio".
Tra le più importanti opere sue si ricordano: "Impressioni di Montecarlo"; "Il Ticino alla Zelada" e "Casolari rustici a Gignese", nella Galleria d'Arte Moderna di Milano; "Acqua salsa", premiata a Liverpool nel 1886; "Ritratto di signora" e "Notte chiara" esposte a Venezia nel 1887; "Burrasca"; "Favola d'Esopo" e "Bacio furioso", esposte e vendute a Londra nel 1888; "Cantuccio di primavera" e "Acqua a catinelle", inviate all'Esposizione di Parigi del 1889; "Gli olivi a Bordighera" e "Passato il temporale", esposte a Venezia nel 1905; "Ritratto di Garibaldi", eseguito per la colonia italiana di Valparaiso; "Effetti di nebbia", nella raccolta dell'ing. Mario Rasini; "La rivale (Montecarlo)", in quella del signor Fumach Medaglia a Milano; "Sulla spiaggia, a la Condamine (Montecarlo)"; "In birreria"; "Sagra di Sant'Ampelio a Bordighera"; "In porto"; "Doppietto alle anitre selvatiche"; "Tesa all'anitra selvatica"; "Coleotteri trapanatori (Montecarlo)"; "L'americano al giuoco"; "Ultimo raggio di sole"; "Il tè in giardino"; "Sotto i portici a sera (Milano)"; "A notte dopo la tempesta"; "L'onda"; "Pescatori d'acciughe"; "Alle corse di San Siro a Milano"; "Tribune alle corse di San Siro"; "Il porto di Genova di notte"; "Nel mio studio"; "Foglia caduta"; "Burrasca a Bordighera".
 

La Galleria di Arte Moderna di Genova conserva 8 suoi dipinti mentre il suo dipinto Marina è conservato presso la Galleria d'Arte Moderna Ricci Oddi di Piacenza.



da Le Biennali di Venezia - Esposizione 1895 e 1897
Paesista e figurista, nato a Monza.
De' molti suoi lavori piacquero specialmente «Saluto al sole che muore», «La notte nel Porto di Genova», «La sera», «Acqua salsa», «Notte chiara» (Venezia 1887), «Bacio furioso», «Sorge la luna», « Nei boschi della Zelata», «Erba nuova» (Milano 1894).




Gioacchino Banfi (bio)
Mosè Bianchi (bio)
Uberto Dell'Orto (bio)
Sallustio Fornara (bio)
Eleuterio Pagliano (bio)
Felix Ziem (bio)


Opere dell'autore Pompeo Mariani



 

Vuoi vendere un'opera di Pompeo Mariani?

 

Vuoi comprare un'opera di Pompeo Mariani?

 

utilizza l'apposito modulo di contatto qui sotto


Puoi caricare delle immagini da allegare al messaggio:

Seleziona immagine n.1
Seleziona immagine n.2
Seleziona immagine n.3