Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Emilio Magistretti

Magistretti Emilio

Milano 1851 / Milano 1936

Painter
Biografia

da A.M. Comanducci

Nato a Milano il 26 giugno 1851, morto a Milano il 31 marzo 1936. Fu iscritto all'Accademia di Brera nel 1871 e studiò disegno, sotto Francesco Hayez e il Raffaele Casnedi, fino al 1875, poi venne avviato alla pittura da Giosuè Bianchi e Mosè Bianchi dei quali frequentò lo studio per otto anni. Terminata la vita studentesca nel 1880, l'anno seguente partecipò alla grande Esposizione Nazionale con quattro "Ritratti" e una composizione storica, "Il 9 gennaio 1878" (che ricordava lo sgomento che aveva colpito i Milanesi all'annuncio della morte di Vittorio Emanuele II), attualmente di proprietà reale. Da questa epoca inizio una grande attività, svolta nell'ombra e nel silenzio, in tutti i campi della pittura e specialmente nell'arte sacra. Le sue tele di soggetto religioso sono sparse in ogni parte del mondo: nelle chiese d'Africa, d'Asia e d'America. Fra i principali ritratti, soggetti sacri, affreschi e varie composizioni di paesaggio o natura morta, si rammentano: "Il marchese Luigi Crivelli"; "L'astronomo Padre Cavalleri"; "Conte Giulio Litta Modignani"; "Conte Antonio Marescalchi"; "Contessa Clementina Borgia"; "Conte Antonio Morelli di Popolo"; "Donna Laura Mantegazza"; "Monsignor Ballerini"; "Leone XIII"; "Il pittore Achille Formis", conservato nella Galleria d'Arte Moderna di Milano; "Cristo morente"; "Natività"; "Le martiri SS. Lucia, Apollonia e Agata", per la chiesa di Bernareggio; "L'Addolorata", per una chiesa della Birmania; "Il martirio di Santa Blandina", alla quale fu assegnato il primo premio all'Esposizione Mondiale di Guatemala nel 1900; "San Mauro benedice gli animali", per la chiesa di San Benedetto a Seregno; "Coro dell'lncoronata di Lodi"; "Le due Grigne", proprietà dell'ing. Antonio Scheidler; "L'eco dei remi"; "Il ritorno dell'eroe"; "La prima lezione di Stoppani" (acquarello); "Eco di Abba Garima"; "Il grido di Fulvio Testi, «Fuori lo straniero»"; "Tepidarium". Ha inoltre eseguito numerosi paesaggi e composizioni con animali ed ha affrescato in chiese, palazzi e in cappelle gentilizie del Cimitero Monumentale di Milano e in altre della Lombardia. Fra i numerosi ritratti eseguiti dal 1889 al 1926, si annoverano ancora quelli di "Vittorio Emanuele III", presso la Camera di Commercio di Milano; della "Regina Elena", collocato nella sede della Sicurtà a Trieste; della "Signora Maria Magistretti" e "Autoritratto", conservati presso la famiglia dell'Autore a Milano.


Works of Emilio Magistretti



 

would you like to sell a work of Emilio Magistretti?

 

would you like to buy a work of Emilio Magistretti?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3