Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Antonio Discovolo

Discovolo Antonio

Bologna 1874 / Bonassola - La Spezia 1956

Painter
Biografia

Antonio Scovolo
 
da A. M. Comanducci ediz 1962
Nato a Bologna il 25 dicembre 1876, morto a Bonassola (Liguria) il 10 luglio 1956, figlio di Mario Discovolo, che era pittore e insegnante nell'Accademia di Belle Arti di Modena, e di una nipote dell'architetto Sarti. Nel 1890 iniziò i suoi studi all'Accademia di Firenze, discepolo di Giovanni Fattori, e li completò a Lucca. Trasferitosi a Roma nel 1898, fece parte del gruppo «In Arte Libertas» fondato da Nino Costa. Attratto dalla tecnica divisionista, iniziò nel golfo di La Spezia una serie di marine e paesaggi lunari che mandò in esposizione a Roma: "Plenilunio nel golfo di Spezia", acquistato dal Re; "Le addormentate", acquistato dalla contessa dell'Oppio; "Mattino a Telaro"; "Il viatico in montagna", ecc. Partecipò alle mostre internazionali di Leningrado e di Saint Louis, ed espose in quelle nazionali di Roma e di Venezia. Opere: "Le vecchie", proprietà dell'ex ministro di Francia Hanotaux; "Il silenzio", del dottor Birgmann di Santa Fè; "Marosi" e "Il giardiniere", nella Galleria civica di Arezzo; "La veglia", nella raccolta di Sem Benelli; "La ninfa innamorata", nella Galleria Mussolini; "Tra gli ulivi", nella Galleria d'Arte Moderna di Roma; "Mattino" e "Autoritratto" in quella di Milano. Abbandonò la tecnica divisionista per cercare la plastica dell'impasto, in una visione larga e spiccatamente personale. Iniziò una serie di quadri notturni e passò poi a tele dipinte in pieno sole, che illustrano la vita agreste dei liguri. Si è dedicato ai ritratti; e fra questi si notano: "Ritratto di mia madre"; quello di "Antonio Beltramelli"; del "professore Vigeveni"; di "donna Angela Furari Savatelli"; di "Ettore Cozzani" e della "signora Argia Sarti", esposti questi due alla Primaverile di Firenze nel 1922. Nell'anno 1926, espose a Milano e a Roma cinquantotto tele ispirate ad Assisi ed alla tradizione francescana, opere che furono raccolte in una edizione illustrata edita dalla casa editrice Eroica di Milano. Opere del Discovolo si conservano nelle pubbliche Gallerie di Roma (Valle Giulia), Firenze, Milano, Latina, Genova, Arezzo, Torino, Novara, Lima, Montevideo e in raccolte private italiane ed estere.
 

Partecipa alla Mostra della Societa' Promotrice di Belle Arti di Genova del 1921, presentandovi il dipinto "Il castagno" e  alla I Mostra Regionale d'Arte Ligure del Sindacato Fascista di Belle Arti della Liguria di Genova del 1929 espone il "Ritratto del dottor Castri", opere oggi conservate, assieme al suo dipinto "Riposo", presso la Galleria d'Arte Moderna di Genova.

Bibliografia

A.M. Comanducci - Pittori italiani dell'Ottocento - Milano 1934
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni - II ediz. Milano 1945
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962

L.B. Supino - Assisi nell'opera di Antonio Discovolo - Milano 1926

V. Rocchiero - Ottocento pittura genovese - Genova - 1957

Thieme Becker  - Kunstlerlex - 1913

H. Vollmer - Kunstlerlex - 1953

Chi è ? - Roma 1930

Liguria - Genova 1959

Il Nuovo Cittadino - Genova 1956

Catalogo Retrospettiva Antonio Discovolo alla Galleria Bolzani - Milano 1958

Emporium - 1908   1909   1912  

The Studio - 1927

Galletti e Camesasca - Enciclopedia della pittura italiana

Opere

Dall'alto  - Museo dell'Accademia Ligustica di Genova

Il fico - Museo dell'Accademia Ligustica di Genova

 


Works of Antonio Discovolo



 

would you like to sell a work of Antonio Discovolo?

 

would you like to buy a work of Antonio Discovolo?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3