Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Costanzo Angelini

Angelini Costanzo

Santa Giusta di Amatrice - Rieti 1760 / Napoli 1853

Painter, Engraver
Biografia

da A.M. Comanducci ediz 1962

Nato a Santa Giusta di Amatrice il 22 ottobre 1760, morto a Foria il 22 giugno 1853. Studiò a Roma contemporaneamente lettere e belle arti sotto la guida di Marco Caprinozzi: seguace della Scuola dei Carracci. Con Vincenzo Camuccini, con Pietro Benvenuti e con Luigi Sabatelli, egli fu a capo di un movimento destinato a riprendere la dura disciplina della tecnica, che pareva allontanarsi dalla impeccabilità classica e proclamò un avertà fontamentale, che nulla, cioè, possa tentarsi dall'artista senza una perfetta conoscenza dell'Arte del disegno, che è la base di ogni arte figurativa. Ritrasse a contorni, con grande esatezza, molte opere greche tra le quali "L'Apollo del Belvedere"; "Laocoonte"; "Il Gladiatore"; "L'Ercole Farnese": disegni che poi raccolse in 36 tavole che furono pubblicate dal Volpato e dal Morghen sotto il titolo: "Principi del disegno tratti dalle più eccellenti statue antiche". Nel 1790 si recò a Napoli, dove disegnò, in 240 tavole, la raccolta dei vasi e di figure etrusche dell'Ambasciatore inglese Hamilton. Fu nominato maestro di disegno all'Accademia di Napoli ed ebbe la direzione dell'Officina d'incisione della Reale Stamperia, in seguito ai "Magnifci modelli di stile" da lui eseguiti a Napoli stessa. Fu pure buon scrittore. Delle sue opere vanno ricordate: la tela a figure terzine nell'Oratorio del Caravita in Roma; "L'Assunta"; "Focione che beve la cicuta"; "Ercole e Lica"; "Il disegno della battaglia di Aboukir". Tra i ritratti, assai notevoli per l'espressione, quello di "Saverio dei Rogati"; del "Principe di Avellaro"; di "Angelo Maria Ricci"; del "Maestro Zingarelli"; di "Melchiorre Delfico"; di "Ferri-Pisani"; del "Marchese Venuti"; del "Dottor Amantea"; de "L'inventore P. Piazzi"; de "L'Ammiraglio Nelson"; di "Giuseppe Bonaparte"; del "Duca di Corigliano"; quello della "Signora Rega", bellissimo, esposto nel 1922 alla  mostra della pittura dell'Ottocento in Napoli e conservato nella raccolta dell'ing. Francesco Angelini Rega di Napoli. "L'Autoritratto" è attualmente presso l'Istituto di Belle Arti di Napoli. I suoi lavori di nudo, espoti all'Accademia di San Luca a Roma, gli procurarono grande anmmirazione da parte dei migliori artisti dell'Accademia francese.

 

 

 

Bibliografia

A.M. Comanducci - Pittori italiani dell'Ottocento - Milano 1934
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni - II ediz. Milano 1945
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962
L. Servolini - Dizionario illustrato incisori italiani moderni e contemporanei - Milano 1955

Relazione Presidente Reale Accademia Belle Arti sulla scuola di pittura di Costanzo Angelini - Roma 1825

A.M. Brizio - Ottocento e Novecento - Torino 1944

Bindi - Artisti abruzzesi - Napoli 1883

Enciclopedia Italiana Treccani - 1929

Thieme Becker  - Kunstlerlex - 1907

Galletti e Camesasca - Enciclopedia della pittura italiana

Castelletto Saleggio - Un secolo di pittura

Rivista d'Italia

Napoli Nobilissima

 


Works of Costanzo Angelini



 

would you like to sell a work of Costanzo Angelini?

 

would you like to buy a work of Costanzo Angelini?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3