Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Giuseppe Ricci

Ricci Giuseppe

Genova 1853 / Torino 1901

Painter
Biografia

da A.M. Comanducci

Nato a Genova il 26 marzo 1853, morto a Torino il 21 aprile 1901. Fu allievo privato di Enrico Gamba, allora insegnante all'Accademia Albertina; poi si recò a Parigi, dove s'iscrisse alla scuola di Leon Bonnat (1881) e da quell'epoca incominciò ad esporre. Amante dei viaggi, e agiato in misura da non aver preoccupazioni materiali, viaggiò lungamente, e fu in Inghilterra, Germania, Austria, Belgio, Olanda, Spagna ed Algeria; soltanto nel 1893, quando si sposò, si stabilì definitivamente a Torino. Artista versatile - aveva anche la laurea in legge, conseguita nel 1873 - non trascurò il buon disegno. Trattò di preferenza la figura, in quadri di genere intimo che apparvero frequentemente alle esposizioni. Si citano: "Fortuna", premiato con medaglia di bronzo all'Esposizione di Rovigo; "Visite au nourrisson"; "L'elemosina al convento"; "Mendicante", esposto a Milano nel 1880; "Buon viaggio" e "Per la processione", apparsi a Torino nello stesso anno; "Saints et chandelles a vendre"; "I saltimbanchi", conservato nel Museo Municipale di Parigi; "Diogene" e "In processione", presentati alla Promotrice torinese del 1884; "Il frate farmacista"; "San Giuliano il povero", esposto a quella del 1890; "La queteuse", inviato al Salone di Parigi dello stesso anno e premiatovi; "Ritratto di mia madre", premiato con medaglia d'oro alla Quadriennale torinese del 1892; "L'offerta dei fiori" e "Le figlie di Maria"; esposti rispettivamente nel 1897 e nel 1899 alla Biennale Veneziana; "L'Annunciazione" e "La questua nell'oratorio", inviati a quella del 1901, ed ora conservati con altri quattro lavori; "Lezione di musica" (1894); "Suonatori" (donato da Vittorio Avondo); "Dopo il bagno" e "Che brava fja !", nel Museo Civico di Torino; "La Madonna del Fiore", che vinse il primo premio al Concorso Alinari di Firenze (1900), ex aequo col dipinto del Margotti; "Alla stazione", conservato nel Museo di Pau. Nel 1902 fu ordinata alla Quadriennale torinese una mostra postuma, nella quale furono raccolti ventotto suoi dipinti; si rammentano: "Alla finestra", del cav. Carlo Grosso; "Paesaggio"; "Figlia di Maria", del cav. Celestino Turletti; "Il sortilegio"; "La partenza degli sposi"; "La Maddalena"; "La lezione di ballo"; "Le pain bénit"; "Ritratto per l'onomastico"; "Omero"; "Colta in flagrante"; "Petite Madeleine". Nel 1928 fu riesposto a Venezia "Dopo il bagno", ritenuto il miglior lavoro dell'artista.

 

Il suo dipinto La sposa piemontese è  conservato presso la Galleria di Arte Moderna di Genova.


Works of Giuseppe Ricci



 

would you like to sell a work of Giuseppe Ricci?

 

would you like to buy a work of Giuseppe Ricci?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3
Select image n.4
Select image n.5