Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Teo Gianniotti

Gianniotti Teo

Venezia 1896 / Venezia 1952

Painter, Engraver, Caricatursit
Biografia

da A.M. Comanducci ediz 1962

Nato a Venezia il 7 aprile 1896, morto ivi il 28 febbraio 1952. Licenza dei corsi superiori di figura dell'Accademia di Belle Arti di Venezia. Esordì in arte, partecipando alle sindacacli veneziane dal 1925 in poi, con dipinti di paesaggio. Espose alle Biennali di Venezia dal 1928 al 1936 e alle mostre di paesaggio di Ungheria e di Finlandia. Studiò acquaforte alla Scuola di Emanuele Brugnoli. Attese all'incisione specialmente nel 1919-1920. Incisioni principali: "Piazza d'Asolo", "S. Anna d'Asolo" (tomba della Duse), "Le cupole della Salute a Venezia", "Campo Santa Margherita a Venezia", "Villa Palladino a Fratta Polesine". Dal 1933 al 1941 resse la segreteria del Sindacato Belle Arti del Veneto. Come giornalista fu redattore caricaturista dell'umoristico "Sior Tonin Bonagrazia" e critico d'arte de "Il Gazzettino di Venezia".  Alla Mostra dei Quarant'anni (Venezia 1935) figurava con le opere: "Rio I", "Rio II", "Rio III"; "Paesaggio". La XXVII Biennale gli allestiva una postuma con nove opere. Guido Pusinich scrisse della sua arte:"... La Venezia che egli dipingeva sino a dieci anni fa, era diversa da tutte le altre, una Venezia metafisica... l'uomo non vi figurava come protagonista nè come accessorio. Strade, case, canali vivevano di vita propria, raccogliendo... tutto ciò che di umano era passato sotto i loro occhi". Alla VII Quadriennale Romana (1956) gli veniva allestita una nuova postuma con cinque opere e presentazione di Gastone Breddo.

 

Partecipa alla XVI edizione della Esposizione Internazionale Biennale d'Arte della Città di Venezia nel 1928 esponendovi il dipinto "Un rio" ed è ancora presente alla edizione successiva del 1930 con il dipinto "L'abside", alla XIX del 1934 con "7 giugno" ed alla XX del 1936 con i dipinti "Primavera", Estate" e "Tetti veneziani". Dopo la sua scomparsa alla XXVII edizione della Biennale del 1954 viene presentato nella sala 6 della stessa mostra l'allestimento  "Teo Gianniotti" composto da nove dipinti "Mogliano con la neve", "La torre della Piazza di Asolo", "Giardino veneziano", Impressione di Venezia", "Inverno", "San Giorgio" e tre dipinti di "Impressione".

Bibliografia

A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni - II ediz. Milano 1945
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962
L. Servolini - Dizionario illustrato incisori italiani moderni e contemporanei - Milano 1955

Le Tre Venezie - Padova - 1933

La Biennale di Venezia - 1933

E. Padovano - Dizionario artisti contemporanei


Works of Teo Gianniotti



 

would you like to sell a work of Teo Gianniotti?

 

would you like to buy a work of Teo Gianniotti?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3
Select image n.4
Select image n.5