Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Tommaso Aloysio Juvara

Aloysio Juvara Tommaso

Messina 1809 / Roma 1875

Painter, Engraver
Biografia

Tommaso Aloisio Juvara

 

da A.M. Comanducci ediz 1962

Calcografo a litografo, nato a Messina il 13 gennaio 1799 (altri 1809), morto suicida a Roma il 30 maggio 1875. Nel 1825 andò a Roma con una pensione di studio. Ebbe a maestri Vincenzo Camuccini e, in Parma, Paolo Toschi. Nel 1827 otteneva il primo premio del disegno all'Accademia di S. Luca in Roma, e nel 1828 aveva l'incarico di incidere due rami ("S.Giovanni" dal Guercino e "S. Bartolomeo" dal Camuccini) per la Calcografia Camerale. Il Municipio di Messina lo chiamò nel 1836 a dirigere la scuola d'intaglio presso quel Liceo (poi Università) e nel 1842 lo mandò a Parigi e a Londra per perfezionarsi ed appprendere le tecniche dell'acciaio, del mezzotinto, dell'acquatinta e della xilografia. Nel 1846 fu incaricato di tecniche incisorie all'Accademia di Napoli e nel 1850 vinse il concorso per la stessa cattedra, succedendo ad Antonio Ricciani. Fu membro dell'Accademia di S.Luca e di molte società, tra cui l'Accademia reale di Napoli. Ebbe valenti allievi, come Gaetano Micali, Saro Cucinotta, Francesco Di Bartolo e gli xilografi Lobrando e Tramontano. Principali rami: "Madonna e Santi" (da Raffaello), "Presentazione al Tempio" (da Alibrandi), "Cristo presentato a Pilato" (dal Wandyck), "Dante" (dall'affresco di Giotto), ecc.; da disegno proprio: "Ambasceria dei messinesi alla Vergine" (1842), i ritratti del "Generale Filangeri", della "Duchessa di Castel Brolo", della "Principessa di Montevago", di "Pio XI", del "Marchese Santangelo". La Calcografia romana conserva i rami delle sue incisioni: "S. Giovanni Battista" (dal Guercino), "S. Bartolomeo" (da V. Camuccini), S. Carlo Borormeo" (da S. Mancinelli, in collabroazione con Di Bartolo), "Madonna e Santi " (detta della Reggia di Napoli, da Raffaello, ritenuta il capolavoro dell'Aloysio Juvara), "Ritratto della contessa Grassellini" (da G. Patania). Il merito dell'Aloysio Juvara fu riconosciuto da critici e artisti italiani e stranieri, come Fellsing, Mandel, Wat, Ghibon, Mercuri, Toschi, Vernet, Dupont.

Bibliografia

A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962
L. Servolini - Dizionario illustrato incisori italiani moderni e contemporanei - Milano 1955

L. Servolini - La Xilografia - Milano

L. Callari - Storia dell'Arte contemporanea italiana - Roma 1909

V. Torelli - La Scuola d'Incisione a Napoli del Cav. Tommaso Aloysio Juvara - (La Sirena) 1859

A. Meloni - Nell'arte e nella vita - Milano 1904

Thieme Becker  - Kunstlerlex - 1926

Catalogo ecc. della Reale Calcografia di Roma - 1934

L'Arte in Italia - Torino 1869  1870  1871 

Enciclopedia Italiana - 1933

 


Works of Tommaso Aloysio Juvara



 

would you like to sell a work of Tommaso Aloysio Juvara?

 

would you like to buy a work of Tommaso Aloysio Juvara?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3