Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Mitoraj a Pompei

Mitoraj a Pompei

I colossi di bronzo, fino all’8 gennaio 2017, ripopolano gli Scavi

MITORAJ a POMPEI
 
30 monumentali sculture dell’artista Igor Mitoraj trovano collocazione nell’area archeologica di Pompei.
 
La straordinaria mostra postuma dell’artista polacco - ma italiano d’adozione - resterà visibile fino all'8 gennaio 2017.
Gli imponenti ed eleganti personaggi scultorei convivranno con le più famose architetture dell’antica Pompei: Dedalo e il Tempio di Venere, il Centauro e il Foro, il Centurione e le Terme Stabiane, Ikaro alato e il Foro triangolare.
 
“Dei ed eroi mitologici popoleranno le strade e le piazze della città sepolta dal Vesuvio, emergendo come sogni dalle rovine – dichiara Massimo Osanna, Direttore Generale della Soprintendenza Pompei - Simboli muti e iconici, le opere di Mitoraj ci ricordano, nella loro immanenza, il valore profondo della classicità nella cultura contemporanea. A Pompei, come scrive Théophile Gautier nel 1852, «due passi separano la vita antica dalla vita moderna»”.
 
 
 




To be born a painter is undoubtedly a rare privilege; but to be born an art lover and painting enthusiast is a bigger stroke of luck and – after all – not so rare. Indeed, a painter, as we know, has to deal with lights and colour tubes; with the plane surface of the canvas and the third (if not fourth) dimension; with reality as well as ideas; with both tradition and innovation. The “art lover”, on the other, hand has only to put himself in front of the painting and contemplate it – with admiration … Diego Valeri “Magia della pittura” catalogo VIII premio Michetti 1954