Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Un lago degli Appennini (1862)

Ricci Guido (Casorate Primo - Pavia 1836 / Gurone - Varese 1897)

Technique: Oil on canvas
Measures: 25cm x 30cm

Signed left and dated 1862


Guido Ricci

Ricci Guido

Ricci Guido (Casorate Primo - Pavia 1836 / Gurone - Varese 1897)

Painter

da A. M. Comanducci
Nato a Casorate Primo (Pavia) il 6 ottobre 1836, morto a Gurone (Varese) il 20 agosto 1897.
Studiò alla milanese Accademia di Brera, sotto la guida di Gaetano Fasanotti, e si dedicò esclusivamente al paesaggio.
La sua maniera dapprima fu accademica, poi ebbe tendenze quasi moderne.
Nel 1860 egli esordì all'Esposizione di Mantova, con "La vita de' campi" e "Il pascolo".
L'anno seguente vinse il premio governativo col quadro "Vecchie quercie vicine ad uno stagno" attualmente nella Pinacoteca di Brera.
Nel 1862, a Milano, espose "San Giovanni Bianco (VaI Brembana)", attualmente nella Galleria d'Arte Moderna di Milano e "Campagna lombarda".
Nel 1866, sempre a Milano, figurò con "Pascolo alpestre", riesposto poi alla Permanente del 1900 ed oggi conservato nel Museo del Paesaggio a Pallanza.
Nel 1870 espose "Luogo alpestre" che ora trovasi nella Galleria d'Arte Moderna di Milano.
E ancora: "Cantiere sulle rive del Po" e "Rive del Ticino" apparvero a Napoli nel 1877; "Mattino"; "Ritorno al molino"; "Le lavandaie" e "Preghiera della sera", figurarono a Milano nel 1881; "Primavera"; "Il Lago Maggiore da un altipiano" e "Mulino", nella stessa città, nel 1883; "Vecchio porto (Lago di Garda)" e "La marina (Riviera di Ponente)", a Firenze, nel 1885; "Cortiletto rustico", a Milano nel 1886.
Altre sue opere: "Nebbia e sole"; "Il ritorno dalla pesca"; "Processione a Madesimo"; "Sesto Calende"; "Barca peschereccia sul Ticino"; "Barche sul Po"; "Lungo Lago"; "Lago alpino"; "Porto di Limone sul Garda", tutte in raccolte private.
Un altro dipinto, "Pascolo alpestre sul Mottarone", è in possesso dei discendenti; i quali nel 1922 istituirono il «premio perpetuo Guido Ricci», da conferire nelle Esposizioni dell'Accademia di Brera in Milano ad un dipinto preferibilmente di paesaggio.
Un centinaio di opere di questo artista fu riunito nel 1917 alla Famiglia Artistica di Milano, in mostra postuma.
Si rammentano, ancora di lui le tele "Prato argenteo" e "Pescarenico", che facevano parte della quadreria della Regina Margherita.



Gaetano Fasanotti (bio)



 

Would you like more information on the work "Un lago degli Appennini" of Guido Ricci?

Please fill out the form below


For information please contact us at info@galleriarecta.it

Please visit us in our Art Gallery in via dei Coronari 140 - 00186 - Roma