Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Raffaello Tancredi

Tancredi Raffaello

Napoli 1837 / post 1916

Painter
Biografia

da A.M. Comanducci ediz 1962

Nato a Napoli il 2 ottobre 1837. Fu allievo di quell'Accademia quando era nel pieno fervore la lotta fra l'accademismo e il romanticismo, poi con una pensione governativa potè recarsi a Firenze e perfezionarvisi, per un triennio. L'opera sua, composta quasi esclusivamente di quadri storici e di qualche quadro di genere, è certamente corretta nel disegno, ma manca di vivacità. Egli esordì nel 1859 con due quadri di soggetto militare: "Alcuni soldati invadono una casa" e "Bivacco di soldati". In seguito fu presente a parecchie esposizioni: a Milano, Vienna, Napoli, Parigi, Roma, Torino, Londra, Palermo, ed alle mostre della Promotrice «Salvator Rosa». A quest'ultima presentò: nel 1862, "Dopo il bottino", acquistato da re Vittorio Emanuele II; nel 1863, "Il messaggio amoroso"; "L'indovino" e "A che mi giova il canto se la mia donna è morta ?"; nel 1867, "Camoens soccorso dal suo schiavo" e "La colazione dei colombi"; nel 1869, "Le trattative", acquistato dal Ministero della Pubblica Istruzione; nel 1882, "Il banditore"; nel 1887, "Un raggio di speranza", acquistato da re Umberto I. Opere sue passate per importanti esposizioni sono: "Buoso da Duero riconosciuto dai suoi concittadini", presentata a Firenze nel 1868; "Paisiello incarcerato"; "Lo ammiraglio Caracciolo arrestato", esposta a Milano nel 1872 ed acquistata da re Vittorio Emanuele II; "Giovinezza di Ferdinando IV", esposta nel 1877 a Napoli e l'anno seguente a Parigi, "Il banditore di vino a Napoli", inviata a Milano nel 1881; "Giulio II che entra nella Mirandola per il varco fatto dalle artiglierie", esposta a Roma nel 1890 ed a Torino nel 1898; "I galanti a Boboli nel secolo scorso"; "La saccoccia bucata"; "Andate a guadagnare"; "I pirati"; "La liberazione di Cimarosa dal carcere", conservata nell'Accademia di Belle Arti di Firenze; "Per i mercati d'Oriente", acquistata dal Kedivè d'Egitto; "Gli schiavi bianchi".

 

da E. Giannelli - Artisti napoletani viventi -  1916

Il Tancredi, dimora in Roma dove lavora sempre ed impartisce lezioni di disegno e di pittura.

Bibliografia

A.M. Comanducci - Pittori italiani dell'Ottocento - Milano 1934
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni - II ediz. Milano 1945
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962

Thieme Becker  - Kunstlerlex - 1938

E. Giannelli - Artisti napoletani viventi - 1916

A De Gubernatis - Dizionario artisti italiani viventi - 1889

Graves - Royal academy - 1906


Works of Raffaello Tancredi



 

would you like to sell a work of Raffaello Tancredi?

 

would you like to buy a work of Raffaello Tancredi?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3