Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Orfeo Orfei

Orfei Orfeo

Massa Lombarda - Ravenna 1836 / Bologna 1915

Pittore
Biografia

da A.M. Comanducci

Nato a Massa Lombarda (Ravenna) il 26 marzo 1836, morto a Bologna il 20 novembre 1915. Allievo di Antonio Puccinelli nell'accademia di Bologna, trattò dapprima il paesaggio, e più tardi essenzialmente la figura e il quadro di genere, raggiungendo in breve tempo fama di valente artista. Natura bizzarra e piena di spirito, trasfuse nei suoi quadri un senso di allegria e di genialità burlesca con una tecnica che ricorda quella di Gaetano Chierici, di Gerolamo Induno e Domenico Induno. Fra i molti suoi quadri, dei quali gran parte emigrò in Germania, Austria Inghilterra e Francia, si ricordano: "Luogo di delizia" (paesaggio), conservato nella Pinacoteca di Bologna; "Niccolò Machiavelli" e "Cesare Borgia", nella Galleria Municipale di Bologna; "I piccoli cantori", sua prima opera esposta, nel 1867, a Bologna, premiata ed acquistata dal Ministero della Pubblica Istruzione per la Pinacoteca bolognese; "At the Print dealers", premiato con medaglia d'argento alla Mostra Internazionale di Calcutta (1883-'84); "Riconciliazione", il suo lavoro più noto, premiato all'Esposizione di Bologna del 1888, ed acquistato dal Ministero della Pubblica Istruzione per la Pinacoteca di quella città; "Una presa di tabacco"; "Giudizio competente"; "Suonatore ambulante" (1873); "La cocca"; "Il telefono"; "La ferrovia"; "Goldoni e i suoi comici"; "I numeri del lotto"; "Il carto" (1874); "Chez soi"; "Il pittore in soffitta"; "Preparativi per la festa"; "Il ciabattino politico" e "Dopo cena", entrambi nel Museo Revoltella di Trieste; "I piccoli fumatori"; "I frati sartori" (1876); "I frati musici"; "Il moderno Stradivari"; "L'ombrellaio"; "L'antiquario", conservato nel Museo di Arras; "Il pittore di ventagli"; "Il dilemma politico"; "Sommità contemporanee". Come restauratore lasciò notevole e lodevole impronta dell'opera sua nella Pinacoteca Estense e a Napoli, a Genova, a Brescia, a Pesaro, a Imola; a Cesena nel refettorio dell'ex convento di San Francesco; e lodato fu il restauro dell'affresco del Francia, «La Madonna del terremoto», nel Palazzo Comunale di Bologna.


Opere dell'autore Orfeo Orfei



 

Vuoi vendere un'opera di Orfeo Orfei?

 

Vuoi comprare un'opera di Orfeo Orfei?

 

utilizza l'apposito modulo di contatto qui sotto


Puoi caricare delle immagini da allegare al messaggio:

Seleziona immagine n.1
Seleziona immagine n.2
Seleziona immagine n.3