Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Teodoro Duclere

Duclere Teodoro

Napoli 1814 / Napoli 1869

Painter, Engraver, Illustrator
Biografia

Nasce a Napoli da genitori francesi, studia paesaggio con Antonio Pitloo e ne sposa la figlia Sofia.
E' un fedele discepolo del suocero e con Salvatore Fergola, Gabriele Smargiassi, Gonsalvo Carelli e Giacinto Gigante è tra gli esponenti più noti della scuola di Posillipo.
Riprende nelle sue opere le tematiche della veduta napoletana, con un occhio di riguardo per i panorami della costiera sorrentina e dell'isola d'Ischia, realizza piccoli studi di paesaggio dal vero dove è evidente l'insegnamento di Pitloo, che per primo supera la visione tardo settecentesca con l'appunto dal vero e l'uso della "macchia". Nei lavori più tardi si avverte nella scelta delle inquadrature e nello stile più illustrativo l'influsso di Gigante.
Con  Giacinto Gigante, e Francesco Saverio Altamura, tra il 1857 e il '66 illustra con 26 disegni poi incisi ad acquaforte, l'opera di Francesco de Bourcard "Usi e costumi di Napoli e contorni", stampata da Gaetano Nobile.
Negli anni 60 soggiorna spesso a Sorrento ospite del conte Pompeo Correale mecenate e pittore dilettante, che ha trasformato la sua villa in un rifugio per artisti, il conte alla morte di Duclere acquista buona parte della sua collezione che comprende anche un buon numero di dipinti di Pitloo, ancora conservati nel Museo Correale di Sorrento. Della stessa raccolta fanno parte un centinaio di paesaggi datati dal 1831 al 1867 eseguiti con tecniche diverse dalla matita lumeggiata a biacca all'acquerello su cartoni colorati.
Inspiegabilmente trascurato dalla critica ottocentesca, oggi non è facile riconoscere i suoi quadri quando non sono firmati, tale difficoltà comporta spesso erronee attribuzioni al Pitloo e non aiuta nell'identificare quei dipinti che portano la firma apocrifa di Gigante.


da A. M. Comanducci ediz 1962
Di famiglia oriunda francese e napoletano di nascita, nacque nel 1816. Discepolo di Antonio Pitloo, espose a Napoli alla Mostra del 1837 col maestro. Visse e operò appartato in comunanza di spirito con Giacinto Gigante. Ebbe commissioni dall'Ambasciata e dallo Zar di Russia e fu protetto dal Duca di S. Teodoro e dal Meuricoffre. Nel 1862 fu designato professore di paesaggio alla Scuola di Gabriele Smargiassi. Morì a Napoli nel 1869. Alla mostra del Paesaggio dell'800 a Napoli (1936) erano esposti: "Napoli dalla Conocchia"; "Paesaggio"; "Castello". Altri suoi lavori sono nella Galleria di Capodimonte e presso privati napoletani.

Bibliografia

A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni - II ediz. Milano 1945
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962

Thieme Becker  - Kunstlerlex - 1914

Napier - Notes on modern painting in Naples - 1853

Rivista d'Italia - 1902

Napoli nobilissima


Works of Teodoro Duclere



 

would you like to sell a work of Teodoro Duclere?

 

would you like to buy a work of Teodoro Duclere?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3