Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Stefano Donadoni

Donadoni Stefano

Somasca, Vercurago - Bergamo 1844 / Roma 1911

Painter
Biografia

La sua formazione artistica inizia a Bergamo, alla scuola di Andrea Marenzi, pittore d'accademia, seguace di Pietro Ronzoni e autore di una serie di paesaggi di maniera, subendo anche l’influenza di Costantino Rosa, pittore bergamasco fortemente naturalistico.
Partecipa all'Esposizione Nazionale di Belle Arti di Milano del 1881 con tre dipinti: "Bergamo antico", "Il capraro" e "Il palazzo della Ragione".
Si trasferisce a Roma intorno al 1882 e su un suo acquerello, raffigurante una "Veduta del Foro romano", oltre alla consueta firma, compare un indirizzo, via degli Scipioni 222, che potrebbe stare ad indicare l'abitazione o lo studio romano del pittore.
La maggior parte delle opere facenti parte della sua vasta produzione è conservata a Roma, presso il Gabinetto Comunale delle Stampe (palazzo Braschi) e presso l'Istituto nazionale per la grafica, Gabinetto Nazionale delle Stampe. Nel primo dei due istituti è custodito un fondo di circa 400 acquerelli, tutti riproducenti monumenti, particolari architettonici o angoli scomparsi, realizzati tra il 1891 e il 1911, anni in cui si andavano verificando grandi mutamenti nell'assetto della città.
L'intenzionalità di carattere documentario sembra confermata dal fatto che quasi mai, nelle sue opere, compaiono figure umane, come se il pittore non volesse distrarre chi guarda dalla attenta osservazione dei particolari architettonici e di veduta.
Nel dicembre 1972, a palazzo Braschi, fu allestita una mostra, a cura della “Associazione degli amici dei musei di Roma”.
 
da A. M. Comanducci ediz 1962
Nato nel 1884 e morto a Roma nel 1911. Paesista lombardo, si dedicò anche agli interni di chiese. Stabilitosi a Bergamo, vi eseguì la maggior parte delle sue opere: "Bergamo antica"; "Il capraio"; "Chiesa di San Salvatore a Bergamo"; "Santa Maria Maggiore a Bergamo"; "Cappella di Bartolomeo Colleoni a Bergamo".
Ebbe soprattutto fama come acquarellista.

Bibliografia

A.M. Comanducci - Pittori italiani dell'Ottocento - Milano 1934
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni - II ediz. Milano 1945
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962

Catalogo Accademia Belle Arti Canova - Bergamo 1912

Thieme Becker  - Kunstlerlex - 1913

A. De Gubernatis - Dizionario artisti italiani viventi


Works of Stefano Donadoni



 

would you like to sell a work of Stefano Donadoni?

 

would you like to buy a work of Stefano Donadoni?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3