Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Cesare Dell'Acqua

Dell'Acqua Cesare

Pirano d'Istria - Slovenia 1821 / Bruxelles 1905

Painter, Decorator
Biografia

da A. M. Comanducci ediz 1962
Nato a Pirano il 22 luglio 1821, morto a Bruxelles nel 1904 1905. Dopo aver studiato all'Accademia di Venezia si recò a Parigi e, nel 1848 fissò a Bruxelles la sua dimora, frequentando lo studio di Louis Gallait. Espose nel Belgio, a Melbourne, a Porto Adelaide, a Parigi, a Budapest, a Trieste. Opere principali: "Autoritratto" e "La proclamazione del porto franco di Trieste", nel Museo Civico Revoltella di Trieste; "Allegoria del Commercio", nella sala del Consiglio del palazzo municipale di Trieste; "Dalila", nel Museo di Bruxelles; "Sulle mura di Volterra", nel Museo Bottacin di Padova; "Cimabue e Giotto"; "San Giovanni nel deserto"; "Lasciate che i pargoli vengano a me"; "Gli ultimi istanti di Machiavelli"; "Dante a Verona ospite di Can Grande"; "Cromwell sul campo di battaglia"; "I fratelli degli Uberti a Monteaperti"; "Maria Stuarda"; "Milano riceve gli abitanti di Brescia nel 1862". Eseguì le decorazioni nel castello di Averois, per commissione della famiglia reale del Belgio; affrescò la sala del castello di Miramare a Trieste, e in diversi palazzi di Bruxelles e di Anversa.


da Le Biennali di Venezia - Esposizione 1895
Alla terra istriana appartiene Cesare dell'Acqua, nato il 22 Luglio 1821 a Pirano; vive a Bruxelles. Per sette anni, dal 1835 al 1842, egli fu impiegato in una casa commerciale di Trieste finchè lo scultore Pietro Zandomeneghi, veduti alcuni suoi schizzi, tanto s'adoperò che gli fece accordare dal Municipio triestino un sussidio, affinchè potesse recarsi all'Accademia di Venezia. Nel 1847 intraprese un viaggio artistico a Vienna, a Monaco, e finalmente a Bruxelles, ove pose dimora, stringendo amicizia col pittore Louis Gallait, il quale fu largo al giovane dei suoi consigli. Da allora il Dell'Acqua, lavoratore instancabile, non ha cessato di dare all'arte quadri pregiati per la serietà del concetto e per l'amorosa coscienziosità dell'esecuzione. Alcuni di essi sono nel Museo Revoltella di Trieste e nel Castello di Miramare; «Dame veneziane del sec. XVI» nel Museo di Anversa; il «Ritratto di Leopoldo I» nel Palazzo reale di Bruxelles.

Bibliografia

A.M. Comanducci - Pittori italiani dell'Ottocento - Milano 1934
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni - II ediz. Milano 1945
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962

Thieme Becker  - Kunstlerlex - 1907

E. Benezit - Dictionnaire

 

Catalogo I Esposizione Internazionale d'arte della Città di Venezia - 1895


Works of Cesare Dell'Acqua



 

would you like to sell a work of Cesare Dell'Acqua?

 

would you like to buy a work of Cesare Dell'Acqua?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3