Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Eduardo De Martino

De Martino Eduardo

Meta - Sorrento 1838 / Londra 1912

Painter
Biografia

da A.M. Comanducci ediz 1962

Nato a Meta (Sorrento) il 29 maggio 1838, morto a Londra il 22 maggio 1912. Singolare figura di marinaio e di pittore. Lasciata la Marina italiana, emigrò nell'America del Sud dove, per in carico dell'imperatore del Brasile, Don Pedro di Braganza, illustrò alcuni episodi della guerra del Paraguay, in 26 tele. Nel 1875, si stabilì a Londra, dove le sue marine attirarono l'attenzione della Corte, e nel 1898 gli veniva conferita la carica di pittore ufficiale del Re. In tale ufficio compì vari viaggi, col Duca di Connaught, a bordo del «Crescent» e con il Duca di York, a bordo dell'«Ophxir». Viaggiò moltissimo, ospite gradito di quasi tutte le case regnanti d'Europa, che per onorarlo lo coprirono di commissioni. Nel 1895 si recò a New York per ritrarre la gara delle navi «Valkiria» e «Defender». La lunga serie delle tele che rappresentano la "Battaglia di Trafalgar" va considerata l'opera sua migliore. I suoi lavori sono per lo più collocati in Gallerie reali, specialmente d'Inghilterra, e in quelle private dell'America del Sud.

Bibliografia

A.M. Comanducci - Pittori italiani dell'Ottocento - Milano 1934
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni - II ediz. Milano 1945
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962

Thieme Becker  - Kunstlerlex - 1930

Illustrazione italiana - 1908

The Year's Art - 1913

Emporium - 1926

Opere

Mare del Nord - Galleria d'Arte Moderna Ricci Oddi di Piacenza


Works of Eduardo De Martino



 

would you like to sell a work of Eduardo De Martino?

 

would you like to buy a work of Eduardo De Martino?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3