Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Giuseppe Cosenza

Cosenza Giuseppe

Luzzi - Cosenza 1846 / New York 1922

Painter
Biografia

Rimane orfano da bambino ed è in affidamento alla nonna quando nel 1873 arriva a Luzzi il pittore Giovanni Santoro che nota immediatamente le capacità del ragazzino e decide di insegnargli l' uso del pennello e le composizioni dei colori.
Apprese dal mestro le nozioni fondamentali, le sue capacità sono tali che rapidamente lo supera in qualità e così riesce a mantenersi applicando la sua arte in decorazioni ed affreschi nelle case dei benestanti locali e nelle chiese.
Perfeziona sempre più la sua arte e inizia a produrre anche soggetti non sacri: paesaggi , ritratti e nature morte.
Frequenta l'Accademia di Belle Arti di Napoli, conosce  Domenico Morelli ed Edoardo Dalbono dal quale è particolarmente influenzato e spesso si ritrova lo spirito dalboniano nelle sue opere.
Si sposta in Abruzzo su invito di Francesco Paolo Michetti, ed in seguito va a Parigi e a Londra città che deve lasciare a malincuore per motivi di salute.
Con la moglie Emiliana Contrera, cantante spagnola sposata nel 1876, si trasferisce a New York nel 1886 anche qui il successo non gli manca e l'associazione artistica  "Fine Fleur" lo accoglie con particolare affetto fino a nominarlo direttore nel 1889 dopo un suo spettacolare saggio pittorico dal titolo  "Villaggio di negri in bivacco", tela di grandi dimensioni realizzata in sole sei ore.
Vive nel centro della metropoli americana e nel 1905 fa costruire un imponente palazzo su progetto del figlio Raffaele e  lui si occupa personalmente della realizzazione degli affreschi.
Di Giuseppe Cosenza non ci rimangono solo i dipinti e le decorazioni, ma anche scritti di critica artistica e letteraria sui maggiori giornali e periodici  non solo americani, ma anche inglesi e francesi dove spesso si occupa in specifico della pittura dell'800 e di quella napoletana a lui contemporanea  che ben conosce.



da A. M. Comanducci ediz 1962
Nato a Luzzi il 17 settembre 1846, morto a New York il 2 giugno 1922. Studiò all'Accademia di Belle Arti di Napoli, allievo di Giuseppe Mancinelli. I suoi primi lavori furono: "Ecce Homo", eseguito per la chiesa di Luzzi; "San Pietro d'Alcantara", quadri che gli valsero fama e protezioni; ottenne in seguito buon successo come marinista. Emigrò in America nel 1886. Le sue opere sono sparse in Italia, in Francia, in Inghilterra e in America. Si citano: "Una strada di Chieti", nella galleria Vonwiller; "Una passeggiata per mare"; "I bagni di Francavilla"; "Dalla Villa al Chiatamone"; "La festa di Mergellina"; "Piazza del Pendino"; "Ora d'estate"; "Il ritorno del pescatore"; "Da Mergellina a Posillipo"; "Da Frisio a Santa Lucia". Una collezione di suoi acquerelli è presso la signora Carmela Gotti di New York. "I Bagni a Posillipo" è conservato dal figlio signor Mario Cosenza a New York; disegni, studi, schizzi e lavori minori sono custoditi dai familiari.

Bibliografia

A.M. Comanducci - Pittori italiani dell'Ottocento - Milano 1934
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni - II ediz. Milano 1945
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962
A. De Gubernatis - Dizionario artisti italiani viventi
M. Della Rocca - L'Arte moderna in Italia - 1883
Thieme Becker  - Kunstlerlex - 1912
Illustrazione Italiana - 1877

Esposizioni

Promotrice Genova 1873 / 1874 / 1877 / 1878 / 1879 / 1880 / 1881 / 1882 / 1883 / 1884 / 1885
Promotrice Torino 1876 / 1878 / 1882
Promotrice Napoli 1872 / 1874 / 1875 / 1876  / 1877 / 1879 7 1880
Promotrice Firenze 1874


Works of Giuseppe Cosenza



 

would you like to sell a work of Giuseppe Cosenza?

 

would you like to buy a work of Giuseppe Cosenza?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3