Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Giusto Cespi

Cespi Giusto

Fano - Pesaro Urbino 1867 / Fano - Pesaro Urbino 1954

Painter
Biografia

da A.M. Comanducci ediz 1962

Nato a Fano il 30 novembre 1867, mortovi il 22 fiugno 1954. Avendo inclinazione per il disegno e la pittura, nel 1893, a maggioranza di voti, ottenne una borsa di studio del Collegio dei Piceni, per proseguire come pittore, nella via tracciatagli dallo zio Giovanni Pierpaoli, che lo aveva saputo educare nella difficile arte del dipingere. Nel 1901 ebbe il modo di farsi distinguere all'estero, vendendo due suoi quadri ad olio: "Dopo l'esame", "Acquasanta e Vino Santo". Fu molto ammirato, come apprendiamo dal Messaggero del Metauro del 31 ottobre 1901, il quadro rappresentante il "Santo protettore di Colle Amato". Nell'esposizione di Macerata del 1905 presentò un quadro, ed il Corriere rivista dell'esposizione, parlando di esso, così si esprimeva: - "Gli ultimi momenti di Giacomo Leopardi" è assai bello. Il Poeta assistito dal Ranieri, dalla Paolina e da un medico, ha chiesto che gli si aprisse la finestra per vedere la luce, ciò che eseguisce un servo mentre un altro se ne va al comando del Ranieri, il quale porta stampata in viso l'angoscia dell'animo. La forte pittura è molto ammirata e la lode per il giovane autore è nella bocca di tutti. - Questo quadro ottenne la medaglia del Ministero della Pubblica Istruzione e quella d'oro alla esposizione di Perugia nel 1908. L' Accademia di S. Cecilia in Roma acquistò dal Cespi un somigliantissimo "ritratto di Cesare Rossi" per collocarlo in una sala, dove sono raccolti i ritratti dei migliori nostri artisti drammatici e lirici. Tra i dipinti che figurarono nella retrospettiva dell'agosto 1954 in Fano ricordiamo: ritratti del "Conte Giacomo Billi", della "signora Francesca Pozzi", del "signor Luigi Pozzi", del "Conte Amedeo Billi" (tutti nella raccolta privata Billi), dello scultore "Ettore Bernacchia" (Comune di Fano), "Autoritatto" (collez. famiglia Cespi), del pittore "Giovanni Pierpaoli" (idem), "Notturno", "Frate laico", "Interno del duomo di Fano" e molti bozzetti nella raccolta privata Antonelli di Fano.

Bibliografia

A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962

Alfredo Servolini - Pierpaoli e Cespi - Milano 1960

Catalogo retrospettiva Giusto Cespi, Accolta dei Quindici - Fano 1954

Messaggero del Metauro - 1901


Works of Giusto Cespi



 

would you like to sell a work of Giusto Cespi?

 

would you like to buy a work of Giusto Cespi?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3