Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Luigi Cavenaghi

Cavenaghi Luigi

Caravaggio - Bergamo 1844 / Milano 1918

Painter, Decorator
Biografia

da A.M. Comanducci ediz 1962

Nato a Caravaggio l'8 agosto 1844, morto a Milano il 31 marzo 1918. Con una borsa di studio elargitagli dal suo Comune potè frequentare l'Accademia di Brera in Milano, allievo di Giuseppe Bertini i cui principi ed insegnamenti seguì poi nei suoi affreschi. Da Giuseppe Molteni apprese l'arte del restauro, ed acquistata profonda conoscenza degli antichi e abilità di pennello, fu veramente un restauratore senza confronti, ricercato per tutta Italia, in Germania, in Austria, in Inghilterra e in America. Fu il fondatore e il direttore della Scuola superiore d'arte applicata all'industria al Castello Sforzesco; consigliere dell'Accademia di Brera a Milano e direttore artistico della Galleria Vaticana di Roma. Alcuni fra i suoi principali affreschi sono nel palazzo Reale; a San Fedele; a San Babila; in Casa Bagatti Valsecchi in Milano; nella chiesa di Santa Maria in Busto Arsizio; in quella delle Sacramentine a Monza; in quella dell'Inviolata a Riva del Garda e nella chiesa di San Marco a Rovereto. Fra le opere di cavalletto si ricordano: "Ritratto del Card. Rampolla" (Biblioteca Vaticana); "S. Cecilia", dipinto su vetro (Santuario di Caravaggio); "Ritratto dei coniugi Manusardi Fusi" (Congregazione di Carità di Caravaggio); "Ofelia" (Famiglia Bietti, Caravaggio); "Ritratto di Zaffira Rocchi" (Famiglia Rocchi). Oltre il restauro di varie e importanti opere del Mantegna, del Correggio, di Antonello da Messina, del Cima, del Giorgione, del Perugino e di Raffaello, altri ne eseguì nel cortile di casa Ponti a Milano; nel santuario di Caravaggio; nella chiesa dell'Immacolata a Riva di Trento e quello, felicissimo, del Cenacolo Vinciano, nel refettorio della chiesa delle Grazie a Milano. Aveva le doti del perfetto pittore-restauratore: esperienza, dottrina, circospezione, onestà, pazienza, abnegazione fino al pieno sacrificio della propria originale personalità, e queste doti le aveva affinate dall'uso, da un geloso senso della responsabilità che accompagnava ormai il suo nome in tutto il mondo dell'Arte.

Bibliografia

A.M. Comanducci - Pittori italiani dell'Ottocento - Milano 1934
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni - II ediz. Milano 1945
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962

Thieme Becker  - Kunstlerlex - 1912

L' Arte in Italia - 1871

Il Buonarroti - 1876

Illustrazione italiana - 1882


Works of Luigi Cavenaghi



 

would you like to sell a work of Luigi Cavenaghi?

 

would you like to buy a work of Luigi Cavenaghi?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3