Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Vincenzo Caprile

Caprile Vincenzo

Napoli 1856 / Napoli 1936

Painter
Biografia

da A. M. Comanducci ediz 1962
Nato a Napoli il 23 giugno 1856, morto quivi il 23 giugno 1936. Allievo dell'Accademia di Belle Arti della sua città, di Gabriele Smargiassi e di Domenico Morelli. E' uno dei più notevoli e conosciuti pittori dei costumi del popolo, del mare e del fulgido paesaggio napoletano, che ha saputo ritrarre con buona tecnica e con una tavolozza succosa e brillante. Espose per la prima volta un quadretto alla Promotrice di Belle Arti di Napoli nel 1873. Il primo quadro che ebbe un buon successo, "La dote di Rita", lo espose a Torino nel 1879: fu acquistato dalla marchesa d'André. Espose poi a Venezia nel 1881, "Il corpetto della nonna"; a Firenze nel 1882, "Piccola contadina" e "Grosse zucche"; a Milano nel 1883 "Ragione in ritardo"; a Roma nello stesso anno, "Entrata in campagna"; a Terni nel 1884, "L'acqua zurfegna a Santa Lucia", acquistato per la Galleria Nazionale di Roma; a Venezia nel 1887, "Maria Rosa"; "Apparizione"; "Mercato di Pasqua a Napoli"; alle Disposizione di San Francisco nel 1915, "Autunno in Canal Grande" e "L'acqua zurfegna a Santa Lucia", ora nella Galleria d'Arte Moderna di Roma; "Fabbrica di Santi" è nella Galleria d'Arte Moderna di Milano. Salvatore di Giacomo scriveva: «Ha cavato la maggior parte delle sue tele dalla città che gli diede i natali mentre Venezia gliene ha fatto additare, con la stessa magnifica bravura, le luminose sontuosità nello specchio della laguna, le stradicciuole goldoniane, e i traghetti e le piazzette e le botteghe da caffè documenti che di sua mano hanno avuto e avranno sempre un significato e un'importanza».
 
 
 
da Le Biennali di Venezia - Esposizione 1895 e 1897
Nato a Napoli, nel 1856, pittore di genere, rappresentatore efficace del costume meridionale.
Il suo quadro «Maria Rosa» fu assai notato nell'Esposizione veneziana del 1887.
Le ultime cose esposte dal Caprile furono «Autunno», «Ponte della Canonica a Venezia», a Gabbia di scimmie» (Milano 1894), a «La strage degli innocenti» (Venezia 1895), «Vecchio carrubo», «Dal mercato», «Idillio» (Firenze 1896-1897).

Bibliografia

A.M. Comanducci - Pittori italiani dell'Ottocento - Milano 1934
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni - II ediz. Milano 1945
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962
E. Giannelli - Artisti napoletani viventi - Napoli 1916
Stella - Pittura e scultura in Piemonte - Torino 1893
Thieme Becker  - Kunstlerlex - 1911
E. Bennezit - Dictionnaire - 1949
H. Vollmer - Kunstlerlex - 1953

Catalogo I Esposizione Internazionale d'arte della Città di Venezia - 1895
Catalogo II Esposizione Internazionale d'arte della Città di Venezia - 1897

Opere

L'acquaiola - Pinacoteca Corrado Giaquinto di Bari

Venezia - Pinacoteca Corrado Giaquinto di Bari

Ave Maria - Galleria d'Arte Moderna Ricci Oddi di Piacenza

Veduta napoletana - Galleria d'Arte Moderna Ricci Oddi di Piacenza

 


Works of Vincenzo Caprile



 

would you like to sell a work of Vincenzo Caprile?

 

would you like to buy a work of Vincenzo Caprile?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3