Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Vinicio Berti

Berti Vinicio

Firenze 1921 / Firenze 1991

Pittore, Scultore, Illustratore
Biografia

da A.M. Comanducci ediz 1962

Nato l'11 giugno 1921 a Firenze, ove vive. Ha compiuto studi a carattere tecnico-industriale e nel frattempo saltuariamente frequentato scuole di disegno. Ha per alcuni anni (dal 1939 al 1944) seguito i corsi di nudo all'Accademia di Firenze. Si è ben presto inserito nel moviemento pittorico d'avanguardia, partecipando dal 1942 al 1946 circa al movimento neo-realista, che tendeva a ridare valore di ricerca all'arte italiana. Nel 1945 con alcuni amici pittori e letterati organizzò un movimento che, tra l'altro, riuscì a pubblicare un giornale d'arte e lettaraura dal titolo "Torrente" e che risultò la prima pubblicazione del dopo guerra stampata a Firenze. Nel 1946 è tra i più vivaci assertori di un'unità culturale tra vari gruppi e gruppetti di giovani artisti, fondando con altri il "Gruppo d'arte d'oggi" risultato per vari anni il centro d'incontro della nuova culrura artistica in Firenze. Nel 1947, dopo rapide esperienze neo-cubiste e neo-fasciste, diede inizio ad un particolare astrattismo che in un manifesto sottoscritto con altri pittori fu definito astrattismo classico. Dopo vari anni a tutt'oggi, proseguendo oltre i limiti del primo momento, la sua pittura si è ampliata ed è in seno all'astrattismo nazionale dichiarata posizione narrativa, classica, espressionista. Sono di lui caratteristiche le "cittadelle ostili" (1952-56) e le "brecce nel tempo" (1956-58). Ha partecipato a quasi tutte le manifestazioni nazionali del movimento astratto italiano; a mostre collettive a Firenze (mostre di "Arte d'oggi"); a Roma, a Trieste, a Milano, a Venezia, a Torino. Mostre a Parigi (1948-1952), a Oslo, Copenaghen, Helsinki (1951). Mostre personali a Firenze, nel 1946 e 1957 (Strozzina); a Milano, nel 1958 (Grattacielo). Suoi quadri si trovano in collezioni pubbliche e private a Firenze, Milano, Roma, Trieste, La Spezia, Parigi, Chicago, Boston. Un suo dipinto è alla Galleria d'Arte Moderna (Pitti) di Firenze. Ha conseguito premi: 1930, Nazionale del disegno; 1943, Pittura a Trieste; 1947, Nazionale della gioventù a Firenze; 1947, Premio Empoli; 1955, a La Spezia; 1956, al Fiorino di Firenze.

 

Fondatore del gruppo dell'Astrattismo classico, insieme ai pittori Bruno Brunetti, Alvaro Monnini, Gualtiero Nativi e Mario Nuti. Il gruppo si formai forma nel dopoguerra sul fervore del rinnovamento e della ricostruzione, denominandosi inizialmente Arte d'Oggi e dopo le mostre diFirenze neli 1945, 1948 e 1949, nel 1950 viene pubblicato e firmato il Manifesto dell'Astrattismo Classico, redatto dal filosofo Ermanno Migliorini.

Bibliografia

A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962

H. Vollmer - Kunstlerlex - 1953

Giovani Artisti Italiani - Milano 1958

Catalogo Personale Sala Comunale P. Pascucci - Grosseto 1960

Die Kunstwerk - 1950


Opere dell'autore Vinicio Berti



 

Vuoi vendere un'opera di Vinicio Berti?

 

Vuoi comprare un'opera di Vinicio Berti?

 

utilizza l'apposito modulo di contatto qui sotto


Puoi caricare delle immagini da allegare al messaggio:

Seleziona immagine n.1
Seleziona immagine n.2
Seleziona immagine n.3