Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Costantino Barbella

Barbella Costantino

Chieti 1852 / Roma 1925

Sculptor
Biografia

da Angelo De Gubernatis - Dizionario degli Artisti Italiani viventi - 1889

Scultore abruzzese, detto il Michetti della scultura, nacque a Chieti nel 1853. Spinto da naturale tendenza, si dette a modellare dal vero ispirandosi dai tipi del suo forte e gentile Abruzzo. Conosciuto assai favorevolmente in Italia ed all'estero per il modo mirabile con cui eseguisce le terrecotte, esordì con alcune piccole statue destinate al teatro di Chieti. Ma gli dette fama il suo bel lavoro intitolato "La gioia dell'innocenza dopo il lavoro", che lo rese addirittura popolare. Nelle due Esposizioni di Napoli (1877) e di Torino (1884) presentò un gruppo lodatissimo per sentimento e per verità, intitolato: "La Canzone d'amore". Espose a Parigi nel 1879 un gruppo "La Confidenza", che fu premiato con medaglia d'argento. Le altre sue figure: "Alla fontana"; "Tentativo"; "Bacio"; "Storia amorosa"; "Paciera"; "Cantatrici"; ovunque furono esposte vennero ammirate e vendute. "Aprile", gruppo imitazione bronzo, fu acquistato dalla Commissione Artistica per la Galleria Moderna di Roma. "La partenza del Coscritto" e il "Ritorno del Soldato", esposti a Roma nel 1883, furono acquistati per la stessa galleria. A Berlino, ad Anversa, a Roma, a Ferrara nelle varie Esposizioni alle quali il Barbena prese parte, ottenne sempre premi ed onorificenze, e innumerevoli furono le commissioni e le vendite che egli fece dei gruppi: "Onomastico"; "Canto d'amore"; "Partenza"; "Ritorno"; "Idillio"; "Le amiche"; "Su, su"; "Soli"; "Credi a me" ed altri. I di lui lavori trovansi così a Berlino, a Londra, a Parigi, nel Belgio, in America e in Egitto, e molti sono posseduti da Sovrani e da Principi. A lui furono affidati molti ed onorevoli uffici, e fece parte più volte di Commissioni artistiche. E' cavaliere dell'Ordine di Leopoldo II del Belgio, professore onorario dell'Istituto Reale di Belle Arti in Napoli, accademico d'onore dell'Istituto di Belle Arti di Bologna e di altre Accademie.

Nel 1934 è stato pubblicato il volume di Arturo Lancellotti  "Costantino Barbella (1852 - 1925)", edito dai Fratelli Palombi in Roma e nel 2014 la Liguori Editore in Napoli pubblica il volume "Costantino Barbella Fogli di pensieri", di Pasquale Del Cimmuto e Isabella Valente.

Bibliografia

A De Gubernatis - Dizionario artisti italiani viventi - 1889


Works of Costantino Barbella



 

would you like to sell a work of Costantino Barbella?

 

would you like to buy a work of Costantino Barbella?

 

Please fill out the form below


Select the images you would like to upload and send to us

Select image n.1
Select image n.2
Select image n.3